maria-grazia-ciminoL’Aula Magna del Presidio Ospedaliero San Giacomo d’Altopasso, ha ospitato l’incontro in cui il TDM di Licata, guidato dall’infaticabile coordinatrice provinciale dottoressa Maria Grazia Cimino, ha illustrato il bilancio semestrale delle attività connesse al “Progetto Integrazione”. All’incontro hanno partecipato anche il commissario straordinario dell’Asp, salvatore Messina oltre al neo-sindaco Angelo Balsamo il quale ha espresso il suo compiacimento per l’iniziativa e con l’occasione ha perorato la causa del punto-nascite col Commissario Straordinario. Soddisfatta e gratificata del lavoro svolto si è dichiarata la dottoressa Cimino per l’efficacia del progetto di volontariato che ha coinvolto 10 giovani extracomunitari alloggiati nelle comunità per minori “L’Elianto” e “Karol” di Licata. Nei giorni di servizio i giovani prestano il loro supporto in vari reparti del nosocomio licatese, rivelandosi validissimo aiuto per il personale ospedaliero e per gli utenti. E’ intervenuta con un’interessante relazione “I minori non accompagnati in Italia” riguardo agli sbarchi a Lampedusa Anna Catania, volontaria TDM. Di seguito Cristina Marchione, educatrice Comunità Alloggio per Minori “L’ELIANTO”- e Marianna Bianchi, responsabile area educatori Comunità Alloggio per Minori “ KAROL” . Due giovani extracomunitari hanno infine portato la loro testimonianza e ringraziato gli organizzatori per il valore umano dell’esperienza. Il Commissario Straordinario dott. Messina, che aveva approvato il progetto, ne ha ribadito l’importanza sottolineando che un’esperienza del genere, peraltro unica a Licata, dovrebbe essere modello da seguire anche in altre strutture ospedaliere.