Vibo Valentia. Comincia con un successo l’avventura di Romano sulla panchina del Licata. Tre punti fortunati e agevolati da una Vibonese poco cinica e da una papera clamorosa di Verterame. In campo una Vibonese tonica e pimpante, dall’altro lato un Licata che gioca a sprazzi e che dimostra di avere qualche problema nel contenere i padroni di casa. Per l’occasione Romano ricorre al 4-4-2, con Zarbo e Riccobono larghi a centrocampo, ma con licenza di offendere. In avanti Pasca e Manfrè. In mediana è capitan Grillo a dirigere le operazioni. La cronaca, dopo un quarto d’ora di studio, si ravviva al 16’ quando il Licata sfiora il vantaggio con Zarbo che dal limite effettua un tiro al volo che si stampa sulla traversa. Poi la Vibonese, per due volte, sfiora il vantaggio in trenta secondi. Il Licata ci riprova con Riccobono (ex della Vibonese), ma Verterame blocca in due tempi. Al 41’ il vantaggio locale. Brescia riparte veloce e serve Marasco che aggira il portiere e scarica in rete, nonostante la disperata opposizione di Armenio. Nella ripresa Licata in campo con il piglio deciso per raggiungere il pari ed al 4’ Riccobono su punizione conclude alto. Immediata la risposta dei rossoblù con Saturno (tiro debole parato) e con Bruzzese, che di testa spedisce alto da buona posizione. Ancora Vibonese pericolosa, quando Marasco crossa in area e Ignazzitto, in anticipo, rischia l’autogol. Palla a terra i rossoblù in ripartenza mettono in crisi il Licata ed al 17’ Marasco e Saturno sprecano una ghiotta occasione per raddoppiare. La reazione ospite è sempre affidata al solito Riccobono che dal limite calcia sopra la traversa. Ancora un minuto e la Vibonese spreca nuovamente, è Cosenza a fallire da pochi metri l’occasione. Romano cambia entrambi gli attaccanti e proprio Vella, da pochi secondi in campo, entra in contatto in area vibonese con Cibelli, l’arbitro decreta il penalty che Riccobono realizza con un preciso rasoterra. La rete della vittoriala è di Zaminga su punizione, ma in realtà a condannare i padroni di casa è il portiere Verterame, che compie una papera clamorosa, non riuscendo a deviare il tiro certo non irresistibile. Allo scadere D’Angelo manda alle stelle da pochi passi e al triplice fischio arbitrale a festeggiare è il Licata con i suoi quindici tifosi giunti a Vibo per sostenere la squadra. Per Romano debutto vincente e fortunato.

Cronaca di Roberto Saverino