U
U

Si è tenuta presso la sala consiliare del Palazzo di Città, la programmata conferenza stampa di fine legislatura indetta dal Presidente Saverio Platamone (non candidato alle amministrative in programma domani e dopodomani), per fare un bilancio dei due anni di attività de Consiglio comunale uscente. Dopo avere ringraziato tutti i consiglieri comunali uscenti per la correttezza, serietà, professionalità e responsabilità dimostrati nel corso della legislatura, durata dal luglio 2013 ad oggi, nell’affrontare le varie problematiche cittadine, Platamone, ha avuto parole di ringraziamento e di elogio anche per i due commissari straordinari, il dottore Cartabellotta, e l’on. Brandara, che hanno gestito l’ente a seguito delle dimissioni presentate dall’ex sindaco Balsamo. Entrando nel merito dell’attività, il Presidente del Civico consesso, per prima cosa ha evidenziato il fatto che il Consiglio comunale, dal luglio 2013 ad oggi, complessivamente per indennità di carica al Presidente, al gettoni di presenza per le sedute di consiglio e per le sedute delle commissioni, in due anni è costato circa 80.000,00 (ottantamila) euro. Le sedute fatte, per quanto concerne il consiglio comunale sono state: 17 nel 2013, 30 nel 2014 e 10 nel 2015; mentre per quanto concerne le commissioni sono state 38 nel 2013, 67 nel 2014 e una trentina nell’anno in corso. Tra gli atti che il Civico consesso non è riuscito a portare a termine, per questioni tecniche o di legittimità, rinviandone l’approvazione alla prossima legislatura, oltre alla problematica relativa al canile comunale, risultavano la modifica dello statuto comunale, la modifica del regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale, l’approvazione del manuale del cerimoniale, l’adesione al Consorzio della Legalità, e la modifica del regolamento che disciplina l’applicazione della tassa di soggiorno. Prima di chiudere la conferenza stampa, Platamone ha rivolto un saluto e un ringraziamento particolare al personale dipendente che lo ha direttamente collaborato nel corso della legislatura.