E’ stato letto il dispositivo della sentenza della 3 sez. Penale della Corte di Appello di Palermo che, ribaltando una sentenza emessa dal Tribunale di Agrigento, in composizione collegiale, ha assolto un giovane residente in Germania dal reato di violenza sessuale (art. 609-bis c.p.) per fatti che, secondo l’accusa erano stati commessi in Licata nel 2013 nei confronti di una minore. Il Tribunale di Agrigento nel 2017 condannò il giovane (appena diciottenne all’epoca dei contestati fatti). La sentenza di condanna è stata impugnata dal giovane, dinnanzi alla Corte di appello di Palermo, con il patrocinio dell’Avv. Francesco Carità del foro di Agrigento. Dopo un articolato processo di appello con la riapertura dell’istruttoria e nonostante le richieste di condanna da parte della Procura Generale, La Corte di Appello – 3 sez. penale – di Palermo ha accolto l’appello proposto dall’Avv. Francesco Carità, assolvendo l’imputato con la formula piena “perché il fatto non sussiste”.