La Fiera di Maggio ormai prossima a prendere il via (apertura dei battenti mercoledì 1 Maggio) cambierà inevitabilmente per una decina di giorni il volto della città.  Un’ordinanza del comando di Polizia Municipale rende noti i “doveri” dei commercianti partecipanti alla fiera. Una serie di divieti che riguardano “la sistemazione sulla carreggiata di bancarelle e di stand espositivi e la sosta di mezzi e cose negli spazi urbani di Piazza Progresso; all’incrocio tra il Corso Umberto I e le vie Generale Dalla Chiesa e Giarretta; all’incrocio tra il Corso Umberto I e le Vie Asmara e Tripoli; in Corso Filippo Re Capriata, nel tratto compreso tra la via Architetto Licata ed i Corsi Serrovira e Roma (tradizionalmente, Piano Fontana)”. Anche la materiale collocazione degli stands dovrà seguire una serie di regole e sarà autorizzabile nell’ambito degli spazi previsti rilevando che la sistemazione delle strutture, non deve arrecare pregiudizio alla pubblica e privata incolumità. Gli stands saranno piazzati “al di sotto delle banchine pedonali (marciapiedi) e fino al margine rispetto la sede carrabile; dovrà essere arretrata, rispetto ai prospetti delle abitazioni così da realizzare sicuri corridoi di passaggio di almeno un metro garantendo, in tal modo, il libero accesso dei residenti, ai magazzini ed alle attività commerciali; dovrà essere intercalata da varchi regolari, di almeno un metro tra ognuna, così da non creare eventuali ostruzioni e/o impedimenti all’accesso, eventuale di personale di soccorso/emergenza; non potrà avvenire in corrispondenza degli affacci delle vie, successivamente, indicate come percorsi d’esodo/emergenza; non potrà essere autorizzata l’installazione di “barbecue”, griglie e simili”.