Si segue l’origine dolosa sull’incendio scoppiato ieri notte e che ha avvolto completamente un’autovettura, di proprietà di un 33enne bracciante agricolo di Palma di Montechiaro, incensurato.

La vettura, una Fiat Punto, era parcheggiata in una strada del centro abitato palmese. E’ stata la sala operativa dei vigili del fuoco, dietro la segnalazione di alcuni residenti del rione, ad allertare nelle ore notturne il distaccamento di Licata, e i carabinieri del Comando Compagnia di Licata.

la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo d’inchiesta per fare luce sull’intera vicenda, con l’ipotesi di reato di danneggiamento a seguito di incendio.

Gli uomini della Scientifica hanno eseguito i rilievi nell’area interessata dal rogo. Si privilegia l’attentato incendiario diretto per colpire il proprietario dell’automobile, ma in mancanza di certezze non viene escluso il fatto accidentale.