Pubblicità

 

polizia_tedesca-300x199 (Small)Sarebbe un albanese di 30 anni il complice della moglie di Calogero Gabriele, ucciso, secondo le convinzioni degli inquirenti tedeschi, da quest’ultima il 24 luglio scorso in Germania. L’albanese, da oltre un mese ricercato, è stato fermato in una cittadina del Montenegro, da dove forse aveva intenzione di raggiungere il suo paese di origine. L’uomo, che al momento dell’arresto non ha opposto resistenza, ha respinto le accuse.

Secondo gli inquirenti tedeschi, l’albanese, assieme alla donna che attualmente si trova in carcere, avrebbero ucciso Gabriele nell’abitazione nella quale abitavano i due coniugi con i loro 4 figli e poi lo avrebbero trasportato nei pressi del bosco in cui è stato ritrovato. La polizia tedesca lavora ancora sul movente: la pista più accredita, ma non la sola presa in considerazione, sarebbe quella passionale.