Il lento ritorno alla normalità coinciso con l’avvio della Fase 2 inizia a mostrare i primi segni anche sull’organizzazione del lavoro e sulla gestione degli spazi dei pubblici esercizi. Venendo incontro alle legittime richieste ed esigenze delle attività, il Comune (dopo aver sentito le associazioni di categoria) nelle scorse settimane ha varato un pacchetto di aiuti alle aziende che sostanzialmente si muove in due direzioni: realizzare l’ampliamento degli spazi occupati da bar e ristoranti con tavoli, sedie ed altre attrezzature, esentando le aziende dal pagamento della Tosap per questi nuovi spazi. E realizzare, ove la viabilità lo consente, nuove Zone a Traffico Limitato. Ovviamente alla base di queste misure c’è la necessità di poter garantire quel distanziamento sociale parametro indispensabile in questa seconda fase per evitare la proliferazione di Sars Covi2. E, come detto in apertura di servizio, i primi segni di questi provvedimenti iniziano già a palesarsi. Molti dei locali del centro hanno infatti già sfruttato le misure agevolative di Palazzo di Città piazzando all’esterno i tavolini distanziati gli uni dagli altri come impone l’ultimo Dpcm e aumentando di conseguenza la capienza di posti a sedere sfruttando così sia la parte interna che la parte esterna.