Pesanti le critiche sull’Esecutivo dopo la decisione del Raggruppamento temporaneo di imprese di fare un passo indietro e annullare il contratto con il Comune per la gestione dei servizi ambientali. L’ex sindaco Angelo Cambiano ha preso posizione così. “Invito Galanti e l’assessore Pira alle dimissioni immediate. Ci sono voluti 4 anni – le sue parole – per comprendere che esternalizzare il servizio avrebbe fatto lievitare i costi. A pagare sono sempre i cittadini. Spero intervenga molto presto la Corte dei Conti – prosegue Cambiano – perché non si comprende il motivo per cui il Comune era pronto alla gestione in house nel 2015 e con voto di quel Consiglio comunale che oggi sostiene Galanti si è scelta l’esternalizzazione perdendo 4 anni e facendo aumentare i costi”.