E’ fresco di stampa il primo libro di Savio Liborio Ciufo, Copertina libro Savio Ciufo (428x595)autore licatese, apprezzato in tutta Italia per le sue commedie comico brillanti con note filosofiche.  E’ il primo libro pubblicato dallo scrittore licatese che ha vinto il Premio nazionale “Massimo Troisi” ed il Premio internazionale “Angelo Musco” e che adesso si affaccia nel panorama letterario con la commedia “Se la legge è uguale per  tutti…tutti in galera!” L’opera sarà presentata il prossimo venerdì 18 ottobre 2013, con inizio alle ore 18 presso il Caffè Letterario di Licata in anteprima nazionale, ospite dei titolari Alfredo Quignones, Giuseppe Patti e Luigi Cellura. A condurre la serata sarà Francesco Pira, sociologo e giornalista. Interverrà la docente di letteratura italiana, Daniela Cretesi, mentre l’attrice Daniela Mulè leggerà alcuni brani. E’ previsto un indirizzo di saluto del sindaco, Angelo Balsamo. Il libro narra di Eracle Battaglia, che oltre ad essere un marito despota, è soprattutto un giudice particolarmente aggressivo che ha sempre vissuto con un chiodo fisso in testa “la vendetta”, ed ora che all’apice del successo, dall’alto del suo potere sa che può finalmente togliersi quel chiodo, ed infilarlo infilarlo nel cuore di quella maledetta cittadina che in gioventù lo aveva deriso. Un libro ambientato in Sicilia, come lo stesso autore ammette: “esisteva un tempo in Sicilia, una tranquilla cittadina turistica talmente bella da fare indignare qualunque altra città per tale disparità; poi arrivò il giudice Eracle Battaglia e giustizia fu fatta”. Nel libro la foto dell’autore, Savio Liborio Ciufo, che somiglia tantissimo all’attore Johnny Depp. Nonostante i tanti Premi vinti in tutta Italia e le buone critiche da parte delle Giurie sui suoi lavori, Ciufo non aveva mai pensato di dare alle stampe un suo libro se non avesse avuto un buon riscontro da parte di esperti e critici del settore. Poi ha deciso di farlo ed il primo impatto con il pubblico l’avrà il prossimo 18 ottobre al Caffé Letterario di Licata. Savio Liborio Ciufo è nato a Licata nel 1969  e dopo un periodo trascorso a scrivere poesie filosofico-sarcastiche, nel 2009 ha cambiato genere e si è dedicato alla commedia comico-brillante (con note filosofiche) . Ricca di successi la sua carriera di autore.  Nel luglio del 2009 a Napoli, vince il premio nazionale “MASSIMO TROISI”Savio Ciufo riceve Premio Troisi per il miglior testo di teatro comico con la commedia: “Il crimine non paga… le tasse”. A ottobre del 2010 a Taormina, vince il premio internazionale “ANGELO MUSCO” per il miglior testo teatrale con la commedia comico-brillante dal titolo: “Leggiamo il testamento… a proposito, suo padre è morto”. A febbraio del 2011 a Bari vince il secondo premio al concorso teatrale nazionale “OSSERVATORIO” . A febbraio del 2012 vince nuovamente il secondo premio al concorso teatrale nazionale “OSSERVATORIO. Ad ottobre del 2012 ottiene il terzo posto al premio letterario nazionale “FRANCESCO FLORIO”. Ancora nell’ottobre del 2012 ottiene  il “premio della giuria”  al concorso internazionale “PHINTIA . Nel 2012 ottiene il quarto posto (con menzione della giuria) al premio “FRANCESCO FLORIO” . A marzo del 2013 quarto posto al premio nazionale “OSSERVATORIO” di Bari.  Nel maggio del 2013 ottiene il quarto posto con menzione della giuria al premio internazionale “PHINTIA” . Nel giugno del 2013 si posiziona nono al premio nazionale “NICOLA MARTUCCI”. “Tutti questi Premi – spiega Ciufo in una nota del libro – non avrebbero nessun valore se non si specificasse che l’autore in vita sua non ha mai avuto nessuna raccomandazione”. Una premessa importante e dalla quale parte in questa nuova avventura editoriale. “Il mio sogno – ci dice Savio Liborio CiufoSavio Ciufo e Lello Arena– è quello di portare le mie opere nelle scuole e trasmettere la mia esperienza alle studentesse e agli studenti”.