Positivo viaggio a Palermo dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Licata, capeggiata dal sindaco Angelo Graci,  ai fini della soluzione dei problemi legati al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. A conclusione dell’incontro avuto presso la sede dell’assessorato regionale all’energia ed ambiente, con il direttore generale Marco Lupo, con il responsabile regionale per l’emergenza rifiuti in Sicilia, Domenico Michelon, e con l’avvocato Giuseppe Panebianco commissario dell’Ato CL2, la delegazione licatese, composta dal vice sindaco Salvatore Avanzato, dall’assessore Giuseppe Mulè e dal dirigente del dipartimento Lavori Pubblici, Maurizio Falzone,  ha ottenuto le risposte che sperava. Per quanto riguarda l’emergenza rifiuti in atto registrata in Città, nella giornata di oggi il Sindaco diramerà un’ordinanza e chiederà ufficialmente l’autorizzazione all’Ato Cl2, oltre che alla Regione, a poter conferire i rifiuti solidi urbani, sin da subito, presso la discarica di contrada Timpazzo a Gela. In merito al passaggio del Comune di Licata all’Ato Cl2 di Gela, tutto sembra ormai pronto presso l’assessorato regionale, ed a breve il neo assessore Marino dovrebbe firmare l’autorizzazione che permetterà il suddetto passaggio con decorrenza  dal primo gennaio 2013. Questa la notizia diffusa con un comunicato da Palazzo di Città, ma dall’altra parte, il commissario liquidatore di Dedalo Ambiente Miceli è all’oscuro di un eventuale passaggio di Licata all’Ato gelese e ci ha confermato dinon aver ricevuto nessuna comunicazione ufficiale in merito“.

Aggiornamento delle ore 14:

Allo scopo di fronteggiare l’emergenza provocata dalla mancata raccolta e conseguente smaltimento dei rifiuti, nonché salvaguardare la salute pubblica e l’ambiente, con ordinanza propria n° 50, il Sindaco Angelo Graci ha disposto l’adozione  “di idonei ed urgenti interventi”.

“A tal fine,  – si legge, tra l’altro, testualmente nell’ordinanza – permanendo l’emergenza rifiuti, il Sindaco ha ordinato:

1)  di intervenire per il conferimento dei rifiuti solidi urbani, sostituendo la discarica di Siculiana con quella di c.da Timpazzo di Gela;

2)  conferire i rifiuti raccolti presso la discarica dell’ATO CL2, impegnandosi a sostenere direttamente ed immediatamente i costi di smaltimento così come fissati in via generale;

3)  dare atto che il servizio come sopra affidato dovrà cessare il giorno successivo a quello in cui la Dedalo Ambiente comunicherà la disponibilità a conferire presso la discarica di Siculiana. A ogni buon fine viene fissata una durata massima della presente Ordinanza in un massimo di 180 giorni a partire dal primo giorno utile di servizio.”

E’ stato disposto anche che copia dell’ordinanza dovrà essere trasmessa a tutte le competenti autorità ed enti nazionali, regionali, provinciali e comunali analiticamente elencate nel documento.