ospedale-licataIl dirigente del dipartimento Urbanistica e Gestione del Territorio, Vincenzo Ortega, ha rilasciato il certificato di agibilità dei locali adibiti alla preparazione dei pasti all’interno dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso di contrada Cannavecchia a Licata. L’argomento, appena sei giorni orsono,  su input dell’Amministrazione comunale, era stato oggetto di un incontro, per sollecitare il trasferimento dell’attività di preparazione dei pasti per i degenti dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso, dall’attuale struttura di Favara, sede della ditta che ha in appalto il servizio, alle cucine del nosocomio licatese. Nel corso della riunione era stata fatta una verifica della documentazione necessaria al rilascio dei nulla osta previsti dalla legge per consentire la riapertura della cucina e la preparazione in sede dei pasti da destinare ai ricoverati, sempre a cura e con il personale della ditta appaltatrice del servizio, al fine di garantire una maggiore qualità dei pasti in  distribuzione. Per quanto concerne il Comune di Licata, quindi, tutto è a posto per quanto riguarda il servizio di preparazione pasti all’interno del locale nosocomio.