Pubblicità

 

COMUNE FACCIATA (Custom)Si svolgerà domani alla ore 10.30 presso il Palazzo degli Scolopi l’incontro, organizzato dall’amministrazione comunale, sul tema:

Queste le ragioni dell’incontro spiegate dal sindaco Amato: “Sono giorni drammatici giorni segnati dal susseguirsi di tragedie che hanno colpito e colpiscono gli immigrati uomini, donne, bambini, alla ricerca di un futuro di pace e di una vita migliore.

E’ innegabile che il fenomeno riveste effetti drammatici per il regime di accoglienza/respingimento su cui si dibatte, mentre questa gente muore, come è innegabile che le contraddizioni del sistema non si fermano ai drammi del trasferimento di queste popolazioni, ma permangono anche dopo lo sbarco e precisamente all’atto dell’accoglienza. Infatti, una anomalia abnorme del sistema prevede di addebitare il costo dell’accoglienza dei minori ai bilanci comunali delle cittadine frontaliere, che solo per avere la colpa di trovarsi collocate geograficamente e territorialmente nell’area rivierasca e di ospitare “comunità di accoglienza”, non solo sono chiamati a testimoniare la drammaticità dell’esodo, testimoni di una strage senza fine, ma devono anche sobbarcarsi il peso economico del loro mantenimento totale o quasi, al netto del contributo regionale incerto sia nelle quantità sia nei tempi di erogazione, esentando il resto della nazione e della comunità europea colpevolmente sorde e defilate. In questo contesto necessita far sentire il bisogno di rideterminare le regole in gioco, ridistribuendo correttamente competenze e responsabilità”.

All’incontro, dopo il saluto del sindaco Pasquale Amato, interverranno il deputato nazionale Tonino Moscat, il deputato regionale Giovanni Panepinto, Mario Emanuele Alvaro, segretario Generale dell’Anci Sicilia, Virginia Costa, consulente responsabile del programma per i minori, Diego Guadagnino responsabile confcooperative di Agrigento e Gioacchino Onolfo responsabile AAGC di Agrigento.