foto spiaggia marianello 01Lo scorso nove agosto è stato emesso il divieto di balneazione nel primo tratto della spiaggia di Marianello, ma ancora mancano i cartelli che segnalano il divieto. Il provvedimento era scaturito in seguito ai campionamenti operati dal personale dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale lo scorso 24 luglio e le cui successive analisi chimiche avevano evidenziato rapporti che superano i parametri batteriologici nell’acqua prelevata in prossimità della battigia. L’ordinanza sindacale aveva disposto il divieto di balneazione e pesca nel primo tratto della spiaggia di Marianello esteso per 40 metri ad ovest della diga di ponente del porto di Licata e il dipartimento Lavori Pubblici era stato incaricato di predisporre l’apposizione di idonei segnali di divieto di balneazione. Ma ad oggi ancora niente. La notte appena trascorsa ha fatto registrare un boom di utenti sulla spiaggia di Marianello e, vista la mancanza di cartelli di divieto, non è escluso che qualcuno abbia fatto il bagno nelle acque dove dovrebbe invece vigere la prescrizione. Anche ieri mattina diversi bagnanti avevano piantato i loro ombrelloni in prossimità della parte di spiaggia interessata dal divieto di balneazione. Mancando i cartelli segnaletici, l’utenza ignora infatti l’esistenza del divieto e pertanto si immerge inconsciamente dove non dovrebbe. E’ auspicabile che le adeguate segnalazioni vengano apposte nel più breve tempo possibile anche al fine di scongiurare eventuali problemi per la salute degli ignari bagnanti che decidono di prendere un bagno in acque dove vige il divieto.