Depressione e alterazioni dell’umore, hanno interessato secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità), circa 350 milioni di persone solo nel 2015. Prima di ricorrere a cure farmacologiche, è opportuno verificare se la causa sia da ricercarsi in uno squilibrio nutrizionale. Al giorno d’oggi appare anomalo che nei  paesi occidentali possa verificarsi una carenza, ma in realtà, l’avvento del junk food (cibo spazzatura), ha espressamente aperto le porte alle patologie fisiche e talvolta psicologiche.

Tra i nutrienti spesso in carenza ritroviamo il selenio, fondamentale nella conversione degli ormoni tiroidei nella loro forma attiva. Il magnesio, minerale definito come un antidoto contro lo stress e fortemente influenzato dall’ingestione di zucchero, alcol, sodio e antibiotici.  La vitamina D, spesso carente nei periodi invernali e le vitamine del gruppo B, B6 e B12 nella fattispecie, ma anche acido folico e zinco, quest’ultimo di rilevante importanza nella funzione dei neurotrasmettitori. Importantissimi anche lo iodio, il ferro, gli aminoacidi e gli acidi grassi omega 3.

I nutrienti sopra citati, facendo parte della funzionalità della trasmissione nervosa , se carenti, possono dare luogo a crisi di panico, stress, paure infondate e ansia, sconvolgendo i nostri ritmi di vita. Un loro bilanciamento nella dieta risulta dunque di evidente importanza.

Tra gli alimenti da inserire nell’abituale alimentazione, ritroviamo sicuramente le verdure a foglia verde, noci, noci brasiliane e mandorle,  avocado e frutta di stagione (variando spesso i colori), broccoli, spinaci, semi di zucca, germe di grano, cereali integri, pesce azzurro  non di allevamento, fegato di merluzzo  e crostacei, legumi e uova rigorosamente biologiche. Saltuariamente anche cioccolata fondente cruda!

Prima di abbatterti  perché pensi di essere entrato in un tunnel senza uscita, cerca di essere razionale e integra tali nutrienti ogni giorno. Prova inoltre a fare delle lunghe passeggiate guardando tutto ciò che ti circonda e correggendo la respirazione,  potresti avere risultati sorprendenti…

Dott.ssa Sandra Greco