Riprenderanno all’inizio della prossima settimana le demolizioni degli immobili abusivi acquisiti al patrimonio indisponibile del Comune. Sono sei quelle nuove programmate: quattro in fascia costiera e due all’interno della zona urbana. Per quanto concerne quelle costiere, si tratta di altri quattro edifici realizzati senza le necessarie autorizzazioni e ricadenti all’interno della fascia sottoposta a vincolo di inedificabilità assoluta all’interno dei centocinquanta metri dalla battigia. Immobili per i quali è stata emessa sentenza di demolizione. C’è invece curiosità per capire quali saranno le due costruzioni da abbattere all’interno del tessuto urbano. In questo caso è molto probabile che il vincolo sia differente. Dagli uffici comunali bocche cucite sia sull’ubicazione che sul giorno in cui le ruspe si metteranno in azione per dare il là agli abbattimenti. Non sarà comunque un inedito. Come si ricorderà, c’è già stata una demolizione “cittadina” riguardante un edificio di via Nestore Alotto a poche decine di metri dal centro storico. Abbattimento espletato nel 2016 pochi mesi dopo l’inizio dell’iter scandito dalla Procura della Repubblica di Agrigento e dal dipartimento comunale Urbanistica.