“Una serie di debiti fuori bilancio per l’anno 2029, e la liquidazione dei decreti ingiuntivi sono all’ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio comunale di Licata. I Saldi del Bilancio 2019 approvato a Maggio 2020 potrebbero essere falsi con possibili eventuali ricadute sui cittadini e non solo”.
A sostenerlo è il deputato regionale l’On. Carmelo Pullara capogruppo Popolari e Autonomisti all’Ars.
“Il sindaco di Licata -dichiara Pullara- ha trasmesso le proposte di delibera da portare all’approvazione della prossima seduta del consiglio comunale. Tra queste figurano una serie di debiti fuori bilancio e la liquidazione di decreti ingiuntivi per un’ammontare di quasi 200.000 euro. Ma si tratta – sottolinea Pullara – di debiti fuori bilancio che si riferiscono al bilancio 2019 approvato nel 2020 e quindi questo a dimostrazione che si tratta di un bilancio che potrebbe riportare dei saldi non veritieri. Tutto questo potrebbe inevitabilmente ripercuotersi sulla città e avere ricadute di tipo civili,penali e amministrative non soltanto sugli amministratori ma anche sui cittadini. È evidente – conclude Pullara – che oltre ai gravi i ritardi con cui questo comune ha provveduto all’approvazione del bilancio 2019, tra cui i ritardi ad incamerare i finanziamenti, il riportare debito fuori bilancio solo due mesi dopo l’approvazione dello strumento finanziario evidenzia forse che i saldi riportati nello stesso potrebbero essere non veritieri. Il dissesto finanziario cui il Sindaco Galanti & C e’ ormai forse vicino, le ricadute su cittadini, dipendenti ed amministratori potrebbe essere pesantissimo e da cui sarà difficilissimo riprendersi, ma ho l’impressione che la poltrona per qualcuno sia vitale oltre a quella di altri di un riferimento chicchessia difficilmente immaginabile per le esigenze di Licata”.