Da domani inizia la stagione della caccia. Nessun rinvio nonostante i ricorsi degli ambientalisti e la richiesta di moratoria per siccità avanzata dal ministro Catania. 28 giornate complessive. Per tutta la stagione venatoria ogni cacciatore potrà sparare alla selvaggina migratoria al massimo per 28 giornate. Il limite posto ai cacciatori dal calendario venatorio è di quindici capi. Ogni specie ha poi delle limitazioni particolari, giornaliere e stagionali. La stagione non è ancora iniziata ma c’è già un vespaio di polemiche. La pubblicazione di date e regole ha scatenato l’ira delle associazioni animaliste. Ma in Sicilia il Tar non si è ancora pronunciato. In Campania e Lazio sono stati accolti i ricorsi presentati dal Wwf: salta le preapertura. Tre pareri discordanti, quello degli animalisti: «Fermateli: tra l’afa e gli incendi animali già senza riparo e cibo». Quello degli agricoltori: «Ok le doppiette disciplinate, i bracconieri sono criminali». Infine quello dei cacciatori: «Noi rispettiamo l’ambiente e ci sembra tutto in regola».