Pubblicità

IMG-20140707-WA0003Anche la Procura della Repubblica di Agrigento scende in campo per capire le cause e le eventuali responsabilità dopo il crollo di una parte del viadotto Lauricella che collega Licata a Ravanusa. In particolare ad essere crollata è stata una delle campate, precisamente al chilometro 4,350 tra Licata e Contrada Braemi. L’inchiesta è coordinata dal Sostituto procuratore Carlo Cinque. Intanto i tecnici dell’Anas hanno effettuato i primi sopralluoghi e dai primi accertamenti, il crollo sembra imputabile a una rottura delle travi di cemento armato precompresso che fungevano da sostegno all’impalcatura. Tra l’altro non si sarebbero verificati avvallamenti o deformazioni nella pavimentazione stradale che lasciavano presagire il cedimento. L’Anas ha inoltre provveduto a nominare una commissione tecnica che sarà presieduta dal docente universitario Mario Paolo Petrangeli. La commissione si è già messa al lavoro.