“Contrada Pisciotto è ormai diventata una discarica a cielo aperto  dove chi usufruisce di una bellezza del genere deve lasciare di tutto, pure le bottiglie di plastica da cui bevono o utilizzano per lavarsi i piedi”.

E’ una denuncia pubblica che riempie di tristezza quella che una cittadina licatese da sempre frequentatrice della parte di costa che dal Pisciotto porta a Torre di Gaffe ha girato al nostro giornale.

Siamo insomma alle solite: non si sa mai bene dove finisce il limite tra l’inciviltà dilagante e la mancata attuazione di interventi di pulizia da parte del Comune. Di base sembra però esserci una volta di più la totale assenza di senso civico da parte di quanti utilizzano le spiagge e le strade di accesso al mare.