licata_palazzo_di_citta1A ventiquattrore dalla prima seduta la maggioranza politica che sostiene il sindaco Angelo Balsamo pare abbia trovato l’accordo sull’elezione dei massimi vertici del  consiglio comunale. Nella riunione di maggioranza di ieri sera sono stati indicati Saverio Platamone (area Di Mauro) e la giovane e promettente Aurelia Urso (area Alfano-Fontana) rispettivamente come i nuovi presidente e vicepresidente del massimo consesso cittadino.

In un primo momento si era pensato di dare una delle due cariche a un esponente dell’opposizione, come avviene quando si vuole instaurare un clima distensivo e di reciproca collaborazione con tutti i membri del consiglio comunale. Poi è prevalsa la logica di maggioranza, anche per ricomporre alcune fratture (vere o semplicemente minacciate) di cui è corsa voce nei giorni scorsi.

L’elezione di Platamone e della Urso dovrebbe nella sostanza sancire, se non propria la completa armonia tra le varie liste alleate con Angelo Balsamo nella campagna elettorale, almeno un primo passo verso una situazione di normalità e di accordo politico in previsione di un sostegno pieno al difficile lavoro che attende la nuova amministrazione comunale. Saverio Platamone sarà il quinto presidente del consiglio comunale. È stato preceduto nella carica da Francesco Sanfilippo, Giuseppe Ripellino, Domenico Cuttaia e Angelo Vincenti. A presiedere la prima seduta sarà Giuseppe Ripellino, ancora una volta il consigliere più votato alle  elezioni comunali di Licata.