Consiglio_comunale__335[1]Ti vuoi occupare della pulizia, della manutenzione o dell’abbellimento di spazi pubblici o aumentarne il decoro? Il Comune di Palma ti riduce le tasse nell’ambito del così detto “Baratto amministrativo” il cui regolamento sarà in discussione nel corso della seduta del prossimo consiglio comunale che avrà luogo mercoledì alle 17,00.

In vista dell’approvazione del bilancio, per aiutare coloro che si trovano in difficoltà a pagare le tasse si è pensato di approvare il provvedimento contemplato dal decreto sblocca Italia. Grazie a questa normativa i Comuni possono, infatti, deliberare la riduzione o l’esenzione da alcuni tributi in favore di cittadini, singoli o associati, che presentino dei progetti di riqualificazione del territorio. L’esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dal comune e in ragione del tipo di attività posta in essere.

Un altro regolamento che potrebbe essere approvato è, invece, quello per l’applicazione del canone concessorio non ricognitorio. Con questa iniziativa si punta ad aumentare gli introiti comunali e utilizzare quest’ultimi per ridurre la tassazione ai cittadini. Ciò è possibile in quanto le occupazioni del suolo, del sottosuolo e del soprassuolo stradale con condutture, cavi, impianti destinati all’erogazione di un servizio pubblico in regime di concessione amministrativa, per esempio l’energia elettrica o il gas, sono soggette, oltre che al pagamento del canone di occupazione degli spazi e delle aree pubbliche, anche a quello di concessione non ricognitorio. Dunque, l’adozione del regolamento e la sua applicazione permetterà al Comune di Palma di ottenere dalle società concessionarie un maggiore introito che sarà utilizzato per ridurre la pressione fiscale.

Tra i punti fissati dal presidente del consiglio comunale Salvatore Messinese anche l’approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari; la verifica quantitative e qualitativa delle aree e fabbricati da destinarsi alle residenze, alle attività produttive e terziarie; l’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche 2015/2017; e, infine, l’approvazione di un piano di lottizzazione in c/da Fumaloro zona “C2” del P.R.G.