Pubblicità

carabinieri-notteDall’esame autoptico eseguito oggi pomeriggio ad Agrigento, sono stati fugati tutti i dubbi sulla morte della donna licatese ritrovata cadavere dal marito sabato pomeriggio. Le verifiche sulla salma (disposte dalla magistratura agrigentina) hanno confermato la prima ipotesi e cioè che si è trattato di un suicidio. La donna, residente in contrada Comuni Camera, si è uccisa con delle coltellate all’addome. Le indagini erano state condotte dai Carabinieri della Compagnia di Licata, coordinati dal capitano Marco Currao.