Pubblicità

Un triste Natale a Licata. Comincia così il documento di Giovanni Morello, delegato Fipe Confcommercio.

Natale è alle porte e già le attività commerciali, bar, ristoranti e pizzerie iscritte alla Confcommercio F.I.P.E, registrano un bilancio negativo del 50% in meno rispetto agli introiti degli anni precedenti. Licata, dopo diversi anni si presenta alla cittadinanza con un buon decoro natalizio e un buon calendario di eventi, purtroppo però risulta essersi svuotata di abitanti e i giovani studenti, che negli altri anni ritornavano in città, riempendo piazze, locali, ristoranti e pizzerie, quest’anno sembrano aver scelto altre mete.
L’aumento dei costi di produzione, materie prime, costi energetici e tasse varie, porta
tanta preoccupazione tra i Commercianti, Dicembre è sempre stato un mese di ripresa economica, il pensiero di andare ad affrontare mesi cupi come Gennaio e Febbraio, induce i titolari di attività commerciali a non fare investimenti futuri, ma a pensare di fare sopravvivere le stesse.
La F.I.P.E CONFCOMMERCIO, spera che sia solo una crisi passeggera ed augura a tutte le attività commerciali licatesi un Buon Natale.

Delegato F.I.P.E CONFCOMMERCIO – GIOVANNI MORELLO