palazzo di cittàCittadinanzAttiva e Cna hanno incontrato ieri il Commissario Dario Cartabellotta. Ecco i resoconti dei due summit.

Si è regolarmente tenuto, l’ incontro tra la delegazione di Cittadinanzattiva ed il Commissario, dottor Dario Cartabellotta. Lungo, cordiale ed improntato al massimo della collaborazione, l’incontro si è tenuto con l’ intento di proseguire la collaborazione per tutti i punti e le occasioni che lo richiedessero. Oggetto delle attenzioni odierne sono stati: il punto nascite dell’ Ospedale di Licata, che vedrà il Commissario impegnato a tentare ogni più utile iniziativa per mantenerlo in attività. La dott. Cimino sarà accanto al Commissario per tutte le notizie, le informazioni, i documenti che dovessero servire per corroborare e perorare, presso il competente Assessorato, la richiesta di mantenimento in attività della importante Unità Operativa. Depuratore dei reflui: si è tracciato il percorso fin qui seguito con la richiesta di incontro presso l’Ato idrico avanzata da Cittadinanzattiva, la richiesta di incontro con l’ Assessorato all’ Energia, a seguito del cronico malfunzionamento dell’ impianto culminato con i due sversamenti di aprile. Si è pure chiesto l’immediato riavvio del Terziario, che tanto sollievo potrebbe maria-grazia-ciminoportare alla conduzione delle aziende agricole di Licata e che invece è stato fermato dall’ottobre del 2013. Si è chiesto al Commissario una convocazione di Sicilacque per risolvere il problema della non potabilità dell’acqua che periodicamente affligge la nostra città. Si è segnalata la necessità di liberare i tombini per consentire il regolare deflusso delle acque meteoriche delle prime piogge che ogni anno procurano allagamenti e danni agli esercizi economici cittadini. Per la diga Gibbesi che vedrà l’assegnazione dell’ appalto per la progettazione tra circa 45 giorni, l’ impegno a reperire i finanziamenti per la realizzazione concreta dell’ opera. Ed infine si è messo a conoscenza il Commissario della richiesta di audizione inviata alla Commissione Ambiente del Senato per contrastare la realizzazione del Parco eolico off shore. Per ognuno dei problemi si sono rappresentati i problemi e suggerite le soluzioni o i percorsi già intrapresi. Il Commissario si è dichiarato disponibile a corroborare l’azione avviata da Cittadinanzattiva con il proprio sostegno e ove possibile con la propria partecipazione. Infine si sono rivolte allo stesso un paio di raccomandazioni ed esattamente: il recupero delle somme e l’ avvio della realizzazione dell’ area mercatale e inoltre la ricerca di ogni percorso utile alla stabilizzazione del personale precario del comune di Licata.

Il referente per la valorizzazione e la Difesa dell’ Ambiente – Salvatore Licata

Responsabile Provinciale Tdm – Maria Grazia Cimino

LA C.N.A. – Confederazione Nazionale dell’ Artigianato e della Piccola e Media Impresa – nella persona del Presidente della sede territoriale di Licata, Sig. Caico Pietro, rende noto di aver incontrato, dietro formale richiesta Piero-Caicodell’associazione, il Commissario straordinario nominato per ilComune di Licata, Dott. D. Caltabellotta.
L’incontro si è tenuto presso gli uffici del Palazzo di Città, ed il Commissario ha ricevuto il presidente CNA di Licata, la vice presidenza nonché membri del direttivo dell’Associazione. Gli argomenti trattati sono stati diversi e tutti di notevole importanza. Si è discusso della problematica degli oneri di urbanizzazione, i quali gravano fortemente sul settore edile. Questo settore riveste una figura portante su tutta l’ economia e come ben tutti sanno, favorendo il settore edile si innescherebbe quell’ingranaggio che darebbe il via a tanti altri settori quali : idraulici, elettrici, artigianali ed economici. Si è affrontato il problema delle aliquote IMU sui beni immobili strumentali, le quali gravano fortemente sui bilanci delle imprese locali. La CNA chiede di attenzionare tale aspetto al fine di non gravare ancora di più sulle imprese già provate dall’attuale crisi. Si è parlato del crollo del Ponte di Ravanusa che dato un duro colpo al settore turistico/alberghiero e su tutto l’indotto artigianale di Licata. Altro argomento trattato è stato quello del rischio di perdere il finanziamento sull’area polifunzionale, vicenda seguita con dedizione e interesse dalla CNA sin dall’inizio. Il presidente, in merito a questa vicenda, ha invitato il Commissario Straordinario a rivedere tutta la corrispondenza intercorsa tra l’associazione e il dirigente preposto al progetto. Il Commissario ha ascoltato con interesse i temi portati dalla CNA ed ha manifestato sensibilità e disponibilità sulle tematiche affrontate. La CNA in merito all’incontro si ritiene soddisfatta e si dichiara sempre pronta a collaborare con l’amministrazione sulle problematiche che toccano le imprese che la stessa associazione rappresenta.

Cna Licata – Pietro Caico