Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma del segretario aziendale della Cisl Funzione pubblica Salvatore Cassaro.

Il nostro Ente è attanagliato da  un momento di grossa difficoltà economica che non trova precedenti, almeno negl’ultimi trenta anni, ed avvia alcune scelte che  paradossalmente  hanno del grottesco;

Ne cito alcune:

1- La crisi Nazionale  Regionale e Comunale sta mettendo in seria discussione il rinnovo del contratto per il personale a tempo determinato, il Comune non ha i soldi per assicurare la sua quota parte.

Di contro si affida il sevizio di gestione dei parcheggi a pagamento (strisce blu ) a una società privata che a sua volta assume personale ausiliari al traffico.

2) Si sta cercando di assumere personale “categorie protette di fasce C/D”( carriera funzionaria)

Senza tenere in conto il proprio personale interno.

3- I telefoni di tutti gli uffici, compreso il centralino, non funzionano da quasi cinque mesi, credo che siamo l’unico Comune d’Italia a fare a meno del Centralino per 5 mesi,  i dipendenti per ottemperare ai servizi, spesso ricorrono al telefono personale o si spostano con il proprio mezzo per recarsi in altri dipartimenti, visto che non possono comunicare telefonicamente.

Di contro, il Comune trova i soldi per rifare le linee telefoniche e acquistare ipod, accantonando, centraline wireless, computer e server, antenne e rilevatori di presenze, tutte  apparecchiature acquistate recentemente con un costo considerevole, ( ancora da pagare).

4– I mezzi per assicurare i servizi utili/indispensabili (autospurgo,  motoape e decespugliatori  per il verde pubblico-autocarro per la disinfestazione ecc.) spesso  rimangono fermi o vengono limitati ad operare  due giorni settimanale, – per mancanza di carburante o fondi per l’acquisto di pezzi di ricambi-.

Mentre altri non hanno limitazione di mezzi  e  carburante.

5- Da ormai diversi anni il personale non viene dotato di vestiario e dispositivi di sicurezza, (anche quelli a rischio elevato), non ci sono soldi per la copertura finanziaria, anzi è scomparso completamente il capitolo che riguarda la sicurezza sul posto di lavoro.

Altri si rinnovano il guardaroba.

Questi sono alcuni atti gestionali fatti o in precinto di essere avviati da questa Amm.ne.

Tutto questo senza interpellare le Organizzazione Sindacali, probabilmente qualcuno dirà “meglio senza Sindacati”, come fu detto a suo tempo “meglio senza Consiglio Comunale”.