679-08-54-44-5534Con un articolo su La Sicilia di domenica, il giornalista Filippo Bellia elogia l’impegno di Lillo Castellino per Torre di Gaffe, residenza estiva di molti palmesi e borgo costiero di grande fascino storico. Da anni il professore Castellino, ex assessore provinciale, chiede al comune di Licata, al cui territorio Torre di Gaffe appartiene, di occuparsi della sua vivibilità particolarmente nella bella stagione.

Accompagnato dal consigliere licatese Giuseppe Peruga, esponente di spicco della maggioranza in consiglio comunale, Castellino ha incontrato il sindaco Balsamo, il capo dell’Utc, i responsabili dell’ufficio sanitario e della Dedalo. Chiedendo – scrive Bellia – “la bonifica del vialone d’accesso, ricco di pattume e di sterpaglie, la pulizia straordinaria del centro abitato, il potenziamento dei corpi illuminanti, la sistemazione delle scalette da cui si accede alla spiaggia”. Tutto questo per rendere, com’è giusto, più accogliente e presentabile la nota località balneare. E più vivibile per gli affezionati gafioti: di Palma di Montechiaro soprattutto, ma anche di alcuni paesi dell’entroterra.