Ospedale San Giacomo d’Altopasso, le carenze di organico permangono e continuano le segnalazioni all’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. La direzione sanitaria del nosocomio di contrada Cannavecchia evidenzia infatti come “perdurano notevoli carenze di personale sanitario rispetto alla prevista dotazione organica”. Carenze che riguardano sia il comparto degli ausiliari che quello della dirigenza medica. E a breve scadenza il timore è che “tali carenze, senza gli adeguati e tempestivi correttivi, non potranno che aumentare sia per i prossimi pensionamenti che per le prevedibili assenze derivanti dalla fruizione delle ferie estive”. Nella nota che la direzione sanitaria del San Giacomo d’Altopasso ha indirizzato ai vertici dell’Asp di Agrigento vengono poi evidenziate in particolar modo alcune delle carenze strutturali più significative a livello di contingente. Il documento parla di “inadeguatezza numerica che riguarda gli Anestesisti che al momento sono solo due in servizio a fronte degli otto previsti e dei Pediatri, soltanto tre in servizio a fronte dei sei previsti a cui andrebbero aggiunti tre Neonatologi”. Limitazioni di organico anche nell’unità operativa di Cardiologia dove, a fronte di sette medici previsti, ne operano attualmente solo quattro. Nella nota della direzione sanitaria si fa riferimento poi ai cronici problemi di Ortopedia (già affrontati in passato dalle pagine del nostro giornale) dove “i medici riescono ad assicurare i turni a fatica e non possono beneficiare dell’obbligatorio congedo per rischio radiologico”. Insufficiente è anche la dotazione organica di Medicina Generale. Insomma, c’è davvero da stare poco allegri. Per limitare i danni finora si è fatto continuamente ricorso alle cosiddette prestazioni aggiuntive ma è chiaro che non può essere questa la regola e “il problema dell’insufficienza numerica permane in tutta la sua interezza così come tutte le problematiche conseguenti connesse”. Evidenziate anche le carenze “non meno importanti” del personale ausiliario “specie per Pronto soccorso, area Covid e Punto nascita”. La richiesta di aiuto della direzione sanitaria del San Giacomo d’Altopasso si conclude con la constatazione che “si ha il fondato motivo di ritenere che le carenze possano rappresentare un severo ostacolo al rispetto dei Livelli essenziali di assistenza ed una pericolosa minaccia al contenimento del rischio clinico entro limiti accettabili”.