La Polizia Provinciale ha rinvenuto e posto sotto sequestro una maxi discarica abusiva in c/da Petrulla nel territorio comunale di Licata, nel corso di un’attenta attività di controllo del territorio.
La discarica abusiva si trova lungo la strada provinciale n. 72, al Km 5+900 a partire dall’intersezione con la Sp. n.11 “Innesto Sp. Licata-Ravanusa”, poco sotto e a valle di un ponticello dove è stata riscontrata la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti speciali, pericolosi e non oltre che di rifiuti urbani.
Nell’area posta sotto sequestro gli agenti del Corpo della Polizia provinciale hanno rinvenuto le carcasse e scarti di ovini, numerosi sacchi contenenti lana di pecora provenienti dalla tosatura di ovini, oltre che un recipiente in eternit, alcune bare vuote di modesta fattura (probabilmente straniere), numerosi sacchi di rifiuti solidi urbani e rifiuti in vetro e materiale plastico.
I primi rilievi eseguiti – considerata la presenza di rifiuti speciali provenienti da scarti da macellazione, di carcasse di ovini, di lana proveniente dalla tosatura di ovini, oltre che ad una gran quantità di rifiuti urbani e rifiuti speciali pericolosi e non – hanno consentito di accertare che l’area in questione nel corso degli ultimi tempi era stata destinata a “discarica” da parte di soggetti operanti nel settore della piccola imprenditoria, dell’allevamento e della pastorizia. Il rinvenimento della discarica abusiva rientra nell’ambito dell’attenta attività di controllo del territorio per la prevenzione e repressione del fenomeno dell’abbandono e del deposito incontrollato di rifiuti che è stata oggetto di precise direttive emanate dal Commissario Straordinario del Libero Consorzio, dott. Girolamo Alberto Di Pisa.