2015-03-09 18.07.00Con la presenza di un numero di consiglieri oscillante tra i 18 iniziali e i 12 finali, il Consiglio Comunale, nonostante l’aria festiva, ieri sera ha portato a termine i lavori previsti dall’ordine del giorno diramato il 26 marzo scorso dal Presidente Saverio Platamone. E’ stata pure decisa la restituzione degli atti relativi al punto 20 avente per oggetto la dichiarazione prevalente di interesse pubblico al mantenimento di un immobile acquisito al patrimonio comunale, sito in contrada Sabuci – Safarella, da destinare a canile comunale, sia al fine di avere maggiori approfondimenti e perché sull’argomento è in vigore un ricorso al Tar. Restituita anche la proposta di deliberazione relativa alla determinazione delle rate di acconto e di pagamento della Tari 2015, in quanto il Consiglio comunale ha ritenuto opportuno aspettare prima il saldo della Tari relativa all’anno 2014. Approvato invece l’ordine del giorno inerente la richiesta di abolizione dell’Imu Agricola.

Tiziana AlesciSul canile si registra un intervento del consigliere del Pd Tiziana Alesci.

Premesso il riconoscimento e l’urgenza di un intervento contro il fenomeno del randagismo, che attanaglia e preoccupa  il nostro territorio, ritengo illogico quanto accaduto nella seduta del Consiglio comunale del 1/04/2015, nel quale è pervenuta una proposta  di delibera, già restituita per ben due volte agli uffici  di competenza e sulla quale a mie precise domande, tra le altre quelle sulle fonti di finanziamento (il canile costerà circa 1 milione di euro),  sulla copertura dei costi di gestione (oltre la manutenzione ordinaria dell’immobile) e sul perchè non si proceda alla costruzione di un canile consortile con gli altri comuni vicinori (che abbatterebbe notevolmente i nostri costi) nessuna risposta è stata fornita da chi di competenza,  inoltre cosa alquanto grave, il Consiglio se non quando richiesto dal PD, non era stato messo  a conoscenza di un ricorso al Tar da parte del proprietario dell’immobile oggetto di dichiarazione di pubblico interesse. Nel caso in cui tale ricorso venga accettato il Consiglio si sarebbe ritrovato ad aver causato inconsapevolmente un danno erariale all’Ente. Ribadisco l’importanza e la necessità di un canile per il nostro territorio, così come espresso nel programma elettorale della coalizione a sostegno del candidato a sindaco G. Galanti,  ma a condizioni chiare, fattibili e nel reale interesse della collettività, per questo motivo ritengo doveroso che i cittadini sappiano quanto accaduto prima che vengano attribuite  eventuali e ingiuste colpe.