20150706_190010A seguito di notizie di stampa che hanno riportato interventi del Presidente del Consiglio comunale in merito a talune problematiche che investono la collettività, il Sindaco Angelo Cambiano, è intervenuto con le seguenti dichiarazioni:
“Spiace constatare che la Presidenza del Consiglio del Comune di Licata – sono le testuali parole del primo cittadino – con una consuetudine che si ripete quasi giornalmente e, non ultimo ieri, pur di guadagnare qualche titolo di giornale, coglie l’occasione per intervenire su problematiche già valutate ed esitate da questa Amministrazione sin dai primi giorni dell’insediamento. Il riferimento è alla problematica Tari, al Punto Nascite, all’appello alla sentenza sul pagamento degli oneri del Porto Turistico, alla stesura del Bilancio, e a quant’altro sfugge e comunicato con toni trionfalistici alla stampa.
Il Sindaco e la sua Giunta non intendono tollerare manipolatori ed opportunisti che, essendosi considerati eletti prima ancora di esserlo, e avendo mal digerito l’eclatante sconfitta elettorale che ha coinvolto i maggiori esponenti politici del panorama licatese, non si arrendono ancora all’evidenza dei fatti. Fatti che vedono un’amministrazione che sta affrontando la grave situazione igienico sanitaria, ereditata dalle 20150706_181307precedenti amministrazioni commissariali, e che ha interessato, offendendola, l’intera Città, dal centro alla periferia; che sta programmando interventi per la rinascita e la valorizzazione del territorio, affrontando le mille emergenze quotidiane, rispondendo alle esigenze di tutta la collettività, “all’ombra di ombrelli ed ombrellini”, la singolare iniziativa di arredo che già dalla scorsa estate ha qualificato le manifestazioni cittadine, facendo parlare di sé a Licata in Italia e nel Mondo.
A noi danno particolarmente fastidio gli invidiosi che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Avremmo voluto discutere di contenuti ed impegnare congiuntamente energie, entusiasmo e voglia di fare a favore della collettività, ma, evidentemente, qualcuno preferisce puntare su presenze trionfalistiche in titoli e articoli di giornale – prosegue dell’Amministrazione – A noi tutto ciò non palazzo di città licatainteressa. E, nonostante tutto, vogliamo lo stesso continuare a chiedere seria collaborazione, ad invitare ad un positivo contributo, sempre nel rispetto dei ruoli e delle parti, esortando chi rappresenta il Consiglio Comunale, in quanto Presidente di tutto l’organo collegiale nella sua unità istituzionale a non essere collegato a nessuna parte politica e a rispondere solo al corretto funzionamento della istituzione, vigilando affinché non siano più, in nessun caso, indirizzati a questa amministrazione richieste formulate quali “atti di indirizzo”, che non possono che avere, come unica finalità quello di leggere un articolo di stampa, a firma di capigruppo rappresentanti dei gruppi “Domaninrosa”, “PD”, “Sicilia Democratica”, “NCD”, “Gruppo Misto”, che non rientrano affatto tra le competenze del Consiglio, limitandosi ad esercitare le funzioni ad essi delegati secondo quanto stabilito dal T.U.E.L., dallo Statuto Comunale e dal Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale.
Quanto sopra – conclude il Sindaco, Angelo Cambiano – a difesa della dignità di chi è stato eletto dalla Città e oggi a lei risponde del proprio impegno, che è fatto di passione, entusiasmo, interesse ed attenzioni, di chi ha scelto di porsi con umiltà a servizio della Città, per stare accanto alla gente e dentro ad ogni situazione, desiderosi soltanto di essere dalla parte della verità e dell’onestà”.