DSC_0038Dopo l’approvazione delle tariffe Tari 2015, è arrivata la presa di posizione del sindaco Angelo Cambiamo per mezzo di una nota diffusa dall’ufficio di gabinetto e che pubblichiamo integralmente.

“La seduta consiliare di ieri 8 settembre ha visto l’approvazione delle delibere che riguardano la riduzione delle Tariffe Tari. Nello specifico, è stato rivisitato il Piano Finanziario TARI per le utenze commerciali per l’anno 2014, approvato il nuovo Piano Finanziario e le nuove tariffe TARI per l’anno 2015, e determinato il numero di rate e scadenze. Questa Amministrazione, sin dall’inizio ha lavorato per cercare di ridurre tasse ed imposte comunali, e quella della Tari era la prima urgenza da affrontare, soprattutto perché le attività commerciali non avrebbero mai potuto sobbarcarsi il peso del tributo richiesto, e che, invece, in virtù dell’atto approvato, subiranno una riduzione di circa il 30% per il 2014, più un ulteriore 18,94% per il 2015.

Anche le tariffe Tari per le utenze domestiche determinate per l’anno 2015, rispetto a quelle praticate per l’anno precedente, subiranno un calo. In termini ancora più chiari, significa che: un contribuente, facente parte di un nucleo familiare composto da una sola persona, residente in un’abitazione di 100 mq, che per l’anno 2014 è stato chiamato a pagare € 110,56 di Tari, per l’anno 2015 ne dovrà pagare 71,11, con un risparmio di € 39,445; e così via, fino ad arrivare, proporzionalmente, ad un nucleo familiare composto da 6 unità, per la quale la tariffa passa da 567,53 a 343,41, con un ribasso di 224,12 euro.

L’operazione a favore delle utenze domestiche, che prevede una riduzione in media di circa il 39%, che si va ad aggiungere a quella determinata per le attività produttive, è frutto di un intenso lavoro che ha portato all’individuazione di evasori, ed alla predisposizione di un piano economico – finanziario per la riduzione del costo del servizio.
Un’ ulteriore riduzione del 18,94%, in aggiunta a quella già stabilita del 30% circa per l’anno 2014, è stata stabilita anche per le utenze non domestiche (attività produttive), in risposta alle proteste registrate sull’argomento nel corso degli ultimi nove mesi.

Ed un’ulteriore riduzione si prevede anche nel 2016.
Fissate anche le date di scadenza per il pagamento delle rate della Tari per l’anno 2015:
– 30 settembre 2015 il 30%;
– 30 novembre 2015 altre 30%;
– 31 gennaio 20126 il rimanente 40% di quanto complessivamente dovuto.

Con questa operazione l’Amministrazione comunale sta mantenendo gli impegni assunti con la cittadinanza in materia di riduzione delle tasse. Un’operazione non ancora del tutto conclusa, con l’obiettivo di alleggerire il peso fiscale dei nostri concittadini ed allo stesso tempo di presentare Licata come una città economicamente appetibile, per chi vorrà venire per investire sul nostro territorio. Ci tengo a ringraziare, anche a nome di tutta l’amministrazione, i Consiglieri Comunali vicini a questa Amministrazione e alla cittadinanza che sono rimasti in aula ad approvare gli importanti atti, quando l’opposizione era assente o, se presente, si è astenuta”.

Angelo Cambiano