Pubblicità

 

bruna rosario (Small)Il consigliere comunale di Autonomia palmese Rosario Bruna è intervenuto con un comunicato per replicare alle affermazioni, contenute in un articolo pubblicato su “La Sicilia”, della consigliera Letizia Pace, in merito alle multe comminate dai vigili urbani sabato scorso in piazza Provenzani durante la conferenza “Medicina tra scienze e morale”, svoltasi al Monastero delle Benedettine. La consigliera ha sostenuto che i vigili avrebbero dovuto, nel “rispetto alla prevenzione, invitare i partecipanti a spostare le proprie autovetture”.

“Dispiace dover intervenire per una questione che a parere di molti potrebbe sembrare di parte – ha affermato nel comunicato Bruna – avendo trascorso più di tredici anni all’interno del corpo di Polizia Municipale di Palma, ma non posso fare finta di non avere letto quanto dichiarato dal consigliere Pace”.

“Vorrei capire – continua il comunicato – il perché un vigile urbano deve avere il “rispetto alla prevenzione” e lo stesso rispetto non deve averlo il cittadino che sa, attraverso la segnaletica stradale, che in quel posto non può lasciare in sosta la propria autovettura. Vorrei capire come dovevano fare i vigili urbani ad invitare i proprietari delle auto a spostarle se erano assenti”. Quindi Bruna si chiede se la partecipazione ad una conferenza autorizzi la sosta in luogo vietato.

“Mi spieghi il consigliere Pace – continua Bruna – la differenza che c’è tra una vettura il cui proprietario era alla conferenza ed una vettura il cui proprietario era al Bar o in farmacia o al negozio? Sarebbe meglio che tutti, attraverso i nostri comportamenti, contribuissimo al cambiamento e all’effettiva crescita della nostra comunità. Non posso permettere che passi l’idea che i Vigili Urbani, che fanno il proprio dovere, siano di impedimento alla mancanza di iniziative culturali per il progresso del paese”.