Dopo la richiesta di dimissioni (da parte di Picarella di Confcommercio) al termine della manifestazione odierna, abbiamo sentito il commissario straordinario Maria Grazia Brandara.

“Se io fossi un politico direi da dove e da chi e perché sono cominciati i problemi. Se fossi un magistrato leggerei le carte, impegni di spesa, ordinanze, liquidazioni, ma sono il commissario straordinario e ringrazio la Regione ed in particolare l’ingegnere Cocina per averci dato la possibilità di conferire a Catania”.

Commissario, sulla differenziata a livello operativo cosa può dirci?

“Stamattina sono stata all’Apea. Per potere decollare il progetto pilota della raccolta differenziata occorre prioritariamente impegno di spesa da parte del Comune di circa 380mila euro. Poi all Apea occorreranno 30 giorni lavorativi per la fornitura dei cestelli e – nel contempo – i 30 giorni per la gara per esternalizzare il servizio. Con il progetto che hanno preparato si può arrivare ad una percentuale di differenziata tra il 10/15 per cento”.

Lunedì una delegazione delle quattro organizzazioni scese in piazza questa mattina  incontrerà il commissario Brandara.