Fine d’anno funesto a Licata. Due licatesi hanno infatti perso le mani per aver esploso i famigerati botti di Capodanno. Si tratta di un sessantenne e di un ventenne: il primo, che ha perso la destra, è ricoverato al San Giacomo d’Altopasso, il secondo (in questo caso l’arto coinvolto è il sinistro) è stato invece trasferito al San Giovanni di Dio di Agrigento.