A differenza dei primi tre imputati nel blitz Assedio che hanno preferito fare scena muta, l’ex consigliere comunale di Licata Giuseppe Scozzari ha parlato davanti al Gip, per rogatoria, Luisa Turco del Tribunale di Agrigento. Scozzari ha nuovamente respinto le accuse di “patti elettorali o di altra natura con Angelo Occhipinti”. Scozzari, assistito dall’avvocato Angelo Balsamo, ha risposto a tutte le domande respingendo anche le accuse di favori visto il ruolo occupato all’Asp di Agrigento. Il legale di Scozzari ha annunciato la presentazione di un ricorso al Tribunale del Riesame con la richiesta di annullamento della misura cautelare.