Pubblicità

Dopo il nulla di fatto in Consiglio comunale, dura presa di posizione dei 10 consiglieri vicini al sindaco Cambiano, gli unici presenti in Aula.

Dobbiamo tristemente constatare che nel nostro paese gira un virus che colpisce la maggior parte dei consiglieri comunali, la “Bilancite Acuta“. Infatti anche in seconda convocazione per
l’approvazione del Bilancio di Previsione 2016 in aula consiliare eravamo presenti solo i dieci consiglieri che firmano questo documento, su 30 eletti. Auspicando la pronta guarigione del
Presidente Callea, ribadiamo che da questo importante appuntamento dipendeva l’erogazione di fondamentali servizi quali, ad esempio, la refezione scolastica, la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e degli edifici comunali, l’lluminazione pubblica, il funzionamento del mercato ortofrutticolo, le utenze per le scuole e molti altri ancora. Da questo breve e non esaustivo elenco la cittadinanza può comprendere l’irresponsabilità di chi, per miseri giochi politici che non hanno alcuna logica, la città viene privata della continuità di servizi pubblici fondamentali per una dignitosa vita per la nostra comunità. Auspichiamo che la coscienza prevalga sulle strategie politiche, al Bilancio si può votare sì o no, ma non svolgere il proprio dovere di eletto dal popolo denota un totale disinteresse per le sorti della città che non può far parte di chi vuole operare nell’interesse della collettività. Ci chiediamo se i nostri colleghi assenti saranno i prossimi candidati nella lista “Ponzio Pilato”.

Carità Francesco
Cammilleri Debora
Zirafi Tiziana
Federico Giuseppe
Augusto Baldo
Scozzari Giuseppe
Territo Giuseppe
Ferraro Maria Chiara
D’Orsi Elio
Morello Giovanni