condello cipriani“Onorato, grato, orgoglioso e commosso”. Queste le prime parole  pronunciate dal ballerino palmese Luca Condello quando, circa un mese fa, ha ricevuto la proposta del sindaco di Palma di omaggiare il paese con uno spettacolo di danza nel Nuovo Cineteatro Chiaramonte, lo stesso palco che ha segnato l’inizio della sua straordinaria carriera, caratterizzata dalla ventennale collaborazione con la Fondazione Arena di Verona, dove ha ricoperto anche ruoli da primo ballerino, e da prestigiose collaborazioni nei recital di Andrea Bocelli e Massimo Ranieri, nei musical Divina Commedia, Notre Dame de Paris, sempre con ruoli da primo ballerino, e da altrettanto numerose partecipazioni televisive sulle reti Rai e Mediaset.

La data scelta è quella dell’8 marzo e da li è partita subito l’idea del progetto. “Donna sei luce, donna sei danza….e a volte nuvola sei” è innanzitutto un omaggio sincero al paese che ho nel cuore – ha dichiarato l’artista palmese – e un ringraziamento dovuto a chi ha riconosciuto ed incoraggiato il mio talento sin dai primi passi. Un grazie va a Enza Clementi, Olga Giliberto, Silvana Tabbone, che per prime mi hanno fatto amare l’arte di Tersicore. Inoltre, è un’iniziativa che si propone di coinvolgere le nuove generazioni perché tornino ad apprezzare la magia del teatro”. Lo spettacolo in programma il 7 e l’8 marzo sarà un alternarsi di danza canto e poesia, con la partecipazione anche delle scuole di danza di Palma, di Agrigento, di Caltanissetta e di San Cataldo.

“La danza – ha continuato l’artista palmese – mi accompagna da sempre ed è lo strumento con cui posso esprimere al meglio me stesso, in lei trovo rifugio, protezione, conforto. E’ un’arte che richiede tenacia, abnegazione, disciplina e tanto studio, ma i momenti più belli, che ripagano tutti i miei sacrifici, me li regala il palcoscenico”. Anche per questo si è pensato di dare vita ad una masterclass il 6-7-8 marzo. “Voglio che i ragazzi – ha proseguito Condello – capiscano che solo con lo studio si può davvero creare la magia sul palcoscenico e studiando e danzando con loro avrò modo di dimostrarglielo. Accanto a me sulla scena, ci sarà Elisa Cipriani, ballerina professionista della Fondazione Arena di Verona con cui collaboro dal 2010. Interpretando le mie coreografie, sarà lei luce, danza e nuvola incarnando diverse figure di donna per celebrare in queste giornate l’universo femminile. Ringrazio di cuore anche gli altri indispensabili protagonisti della serata: i cantanti Jessica Zarbo e Giuseppe Nucera, la meravigliosa Lina Vizzini, voce recitante e coordinatrice dell’evento, le scuole di danza che hanno aderito e creduto a questo progetto, e il Comune. Ancora una volta la danza ha realizzato un mio sogno, il palcoscenico che ho calcato da bambino regala ora uno spettacolo tutto mio”.