Modifica regolamento impianti sportivi, il parlamentare regionale Pullara prende posizione soprattutto sul Palasport Fragapane.

“Ho sempre spinto e sollecitato l’amministrazione comunale e quindi il consiglio comunale nella direzione di affidare lo stadio Dino Liotta al Licata Calcio e fare in modo così che il patron Massimino non scappi anzi predisponga un progetto a lunga durata, avendo già dimostrato tutta la dirigenza serietà e volontà di investire.
Infatti, primo passo importante per il futuro di una squadra di calcio, ce lo insegnano le big, è la piena fruizione e gestione dell’impianto calcistico, soprattutto poichè, più si sale di categoria, più la manutenzione ed ammodernamento richiedono importanti investimenti. Finalmente ieri direi al 90° Il Consiglio Comunale ha dato infatti parere favorevole alla modifica ed integrazione del regolamento per l’uso dei beni comunali e per l’alienazione e acquisto di beni immobili ma senza l’unanimità dei consiglieri a dimostrazione che l’amministrazione continua a perdere i pezzi”.
Lo dichiara il deputato regionale l’On.Carmelo Pullara capogruppo Popolari e Autonomisti all’Ars.
“Apprendo con piacere -dichiara Pullara-che è passata in consiglio comunale e votata favorevolmente la modifica ed integrazione del regolamento per l’uso dei beni comunali e per l’alienazione di Beni immobili punto di fondamentale importanza per il Licata calcio e l’assegnazione dello stadio Dino Liotta alla società.  È evidente che le mie sollecitazioni ed il mio interessamento alle questioni comunali hanno sortito l’effetto desiderato. Prendo atto che l’amministrazione comunale ha seguito e preso in considerazione il mio input e si sia convinta sulla base delle mie esortazioni portando la modifica al regolamento in consiglio comunale che ha accettato dando parere favorevole. Sono soddisfatto che si sia fatto questo primo passo, grazie a questo il Licata calcio potrà proseguire la sua attività con maggiore serenità e certezze. Ma non posso che esprimere qualche perplessità se la medesima cosa venisse fatta per il palazzetto dello sport Nicolo Fragapane che come ben sappiamo necessita di una ristrutturazione per essere reso fruibile. Infatti il Palafragapane -sottolinea Pullara- è una struttura polifunzionale ed è destinatario di una promessa di finanziamento regionale di 250.000 euro.
A tal proposito sollecito nuovamente e per l’ennesima volta l’amministrazione comunale ad approfittare del finanziamento di 250.000 euro per la ristrutturazione. Solo dopo magari si potrà delegare la gestione.  Il Palafragapane rappresenta uno dei pochi punti di aggregazione per i giovani e va assolutamente riaperto.
Per quel che riguarda il dato politico i numeri parlano chiaro:nella votazione di ieri sera in consiglio comunale non c’è stata l’unanimità e il punto è passato con 13 si, di cui 3 di opposizione per così dire, 1 astenuti e 10 assenti e al momento della votazione molti consiglieri hanno deciso di abbandonare l’aula.
Questa-aggiunge Pullara-è la dimostrazione che l’amministrazione con il suo operato non soddisfacente e incapace e nonostante le promesse di poltrone, continua inevitabilmente a perdere pezzi.
Ritengo che sia sconcertante -conclude Pullara- per un’amministrazione che al momento della votazione molti dei consiglieri comunali presenti abbiano deciso di abbandonare l’aula”.