teatro Re GrilloNon sono bastate le proteste inscenate da varie associazioni teatrali, comitati civici di quartiere ma anche di semplici cittadini per bloccare l’affidamento del teatro comunale “Re Grillo” a un’associazione privata. La struttura è stata affidata comunque e per i prossimi sei anni verrà gestita dall’Associazione “Sicilia Amara Rosa Balistreri” (diretta da Luca Torregrossa) la cui proposta è risultata migliore rispetto a quelle delle altre due associazioni partecipanti al bando: “Rta Oltre il Sipario” e “Color show”. La commissione che ha valutato le proposte, composta dal dirigente del Dipartimento Lavori Pubblici Maurizio Falzone e dai dipendenti Angelo Re e Daniela Alongi, ha attribuito 67 voti all’Associazione “Sicilia Amara Rosa Balistreri”, 66 all’Associazione “Color Show” e 45 a “Rta Oltre il Sipario”. Non si riesce a capire il perché della decisione di affidare per sei anni una struttura pubblica da parte di un’amministrazione comunale a fine mandato e che, per effetto di questa scelta, taglia fuori il nuovo primo cittadino dalla gestione di quello che rimane un bene comunale.