6.812 euro: è questa la spesa sostenuta dal Comune per far fronte al pagamento delle sedute di Consiglio comunale e a quelle delle varie commissioni nel periodo compreso tra il primo Luglio e il 31 dicembre 2020. 3.472,35 per indennità di presenza adunanze Consiglio comunale e 3.340,07 per Indennità di presenza adunanze commissioni consiliari. Partiamo dal Consiglio comunale dove il gettone di presenza è di 33,07 euro. I più presenti in Aula consiliare dal primo Luglio al 31 dicembre dell’anno passato sono i consiglieri Peruga, Posata, Gabriella Di Franco, Graci, Curella e Morello a cui per le sedute del civico consesso vengono pertanto riconosciuti 231,49 euro. Sei partecipazioni per Carmelinda Callea, Piera Di Franco, Munda, Moscato e Ortega a cui vengono riconosciuti 198,42 euro. Cinque volte presenti Aronica e D’Orsi a cui vengono riconosciuti 165,35 euro. Quattro partecipazioni a testa per Carità, Farruggio, Triglia e Sambito il cui compenso per le sedute di Consiglio è di 132,28 euro. Tre presenze per Lauria il cui compenso è di poco inferiore a 100 euro. Due i gettoni per Iacona (66,14 euro), una presenza per Burgio, Scrimali a cui viene riconosciuto il singolo gettone. 3.340,07 è invece il computo delle spese per le commissioni nel secondo semestre dello scorso anno. Anche qui il gettone è di 33,07 euro. Piera Di Franco la consigliera ad aver preso parte al maggio numero di sedute: tredici. Dieci partecipazioni per Peruga, nove per Moscato, otto per Carmelinda Callea, sette per Munda e Sambito, sei partecipazioni per Lauria, cinque a testa per Posata, Curella e Morello, quattro per Ortega, tre commissioni per Iacona, Farruggio, Aronica, D’Orsi, Scrimali e Gabriella Di Franco, due per Graci. Nessuna partecipazione per Triglia e Burgio. Attività del Consiglio comunale che è stata quasi per intero in streaming per rispettare le norme anti assembramento. E così sarà ancora per le prossime sedute dei vari organismi.