Appena resi noti gli esiti degli screening massivi per la rilevazione del covid-19 eseguiti nel corso dello scorso fine settimana sulla popolazione scolastica della provincia. Un vero e proprio forcing, nonostante le condizioni meteo avverse, quello messo in campo dai sanitari dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento con quasi quattromila tamponi eseguiti appannaggio degli studenti, delle loro famiglie e del personale docente e non docente degli istituti scolastici. Tutti negativi i test eseguiti a Campobello di Licata (740), Realmonte (353), Cammarata (690), Naro (550), Burgio (63) e Caltabellotta (48). Contenuto il numero di casi positivi riscontrato in altri comuni: a Camastra sono 13 i tamponi risultati positivi su 480 test, a San Giovanni Gemini 22 su 389, a Sant’Elisabetta 3 su 93, a Raffadali 8 su 510. “L’impegno profuso dal personale del Dipartimento di Prevenzione e delle USCA – afferma il commissario straordinario ASP, Mario Zappia – sta permettendo di condurre un monitoraggio capillare e scrupoloso raggiungendo progressivamente tutti i comuni del territorio provinciale. Ai medici, agli infermieri e a tutto il personale sanitario coinvolto nelle azioni di screening, anche nelle giornate del weekend e sotto la pioggia battente, va il mio sentito ringraziamento insieme a quello di tutta la collettività agrigentina”.