Homepage Benessere La musica nei casinò: una cosa casuale?

La musica nei casinò: una cosa casuale?

53

Nei casinò – e nel mondo del gioco d’azzardo in generale – ci sono poche cose che sono lasciate al caso. Per quanto possa sembrare ironico, la fortuna ha poco a che fare con i profitti dei casinò. I numeri e le statistiche delle scommesse sono progettati per favorirli, ma questa certezza va ben oltre. La mancanza di controllo, l’alcol, i colori e la musica, tutto è pianificato in un ambiente quasi perfettamente controllato in modo che i giocatori lasciano sempre più denaro nelle casse ogni volta. Il senso dell’udito gioca un ruolo fondamentale nelle scommesse. Dopo tutto, quella scena epica della scommessa nello stadio che ci regala il film Focus non è molto lontana dalla realtà. La melodia del denaro, nei casinò non c’è semplicemente silenzio. Sono luoghi rumorosi per natura. Gente che urla, macchinette che emettono suoni, ghiaccio che si scontra con il bicchiere che contiene la bevanda che si raffredda, macchine che emettono rumori che attraggono la nostra attenzione e, naturalmente, musica di sottofondo.

La musica ha il potere di “controllarci a livello neurologico”, le melodie sono in grado di creare sensazioni nel nostro cervello. E questo è qualcosa che anche gli specialisti dei casinò online sanno molto bene e assieme alla musica i bonus di solobonus.com esercitano sugli utenti una efficace leva mentale. La musica esercita un potere impareggiabile sul consumatore, creando nella sua mente un’atmosfera di note che ti invitano a continuare a spendere i tuoi soldi.

Come lo fanno?

Creare un ambiente rilassato e fiducioso che permetta agli scommettitori di sentirsi a proprio agio ai tavoli o alle macchine in cui “investono i loro soldi”. La sensazione di essere a proprio agio aumenta quella proprietà della relatività che il cervello ha applicato al tempo, rendendoci incapaci di misurarlo nei momenti in cui ci divertiamo. E, dopo tutto, più a lungo una persona spende nel casinò, più è probabile che spenda sempre più denaro.

Ma questa non è una pratica esclusiva dei casinò, anche i luoghi in cui siamo invitati a fare scommesse sportive stanno adottando questa pratica di usare la musica a loro favore. Che tipo di musica guadagna di più i casinò?

La musica preferita è la musica lenta.

Un liscio jazz, musica romantica, musica strumentale e anche un po’ del leggendario Frank Sinatra. Musica che può persino mascherare l’esperienza, facendoci percepire una situazione di classe. All’interno di tutte le storie che di solito si vedono nei casinò, la musica si presta al contrasto. Le persone e le macchine da gioco fanno abbastanza rumore, quindi la musica arriva ad abbassare le rivoluzioni e completare l’esperienza del casinò in un modo diverso. Si potrebbe pensare che la musica con più “ritmo”, come l’elettronica, favorisca maggiormente il comportamento compulsivo che si cerca nel consumatore.

In realtà, questa musica finisce per esaurire il cervello più rapidamente, il che rende gli scommettitori annoiarsi più velocemente e andarsene. Sì, ha il suo spazio strategico, ma non è il preferito o quello che viene ascoltato più a lungo.

Diversi studi hanno dimostrato che i giocatori che persistono di più (di solito quelli che spendono di più) sono nelle stanze con musica lenta. In quella stanza i giocatori avevano spazi per pensare meglio alle loro scommesse e puntare di più. Videro persino spazi in cui le scommesse frenetiche facevano la loro parte. Tuttavia, c’è anche un momento in cui tutto si muove (musicalmente parlando, ovviamente) e la musica elettronica suona. Anche l’elettronica ha il suo spazio. Pochi ritmi influenzano sia il cervello che questo genere musicale. Perché qualcosa è preferito nelle palestre e in vari tipi di attività fisica.

Questo ritmo è presentato come uno stimolo che anima la notte, aumentando le emozioni e la sensazione di adrenalina che si prova al momento delle scommesse. Con i DJ che suonano questo genere, le scommesse sono messe a un ritmo migliore, il processo decisionale è più veloce e, in generale, anche più violento. Con questi suoni striduli il cervello viene attivato, così che si crea un’atmosfera ideale in modo che il pathos vada a galla. Se mescoliamo questo con alcol e denaro, il risultato è una cassa piena di soldi alla fine della notte. Come dice quel famoso proverbio: la casa vince sempre! E la musica ha molto a che fare con questo.