L’Arcidiocesi di Agrigento e l’Ordine dei Carmelitani dell’Antica Osservanza, nell’anno in cui ricorre l’ottavo centenario del martirio di Sant’Angelo da Gerusalemme, che avrà luogo con un Anno Santo Giubilare dal 5 Maggio 2020 al 5 Maggio 2021, annunciano ai fedeli il ritorno della comunità dei Padri Carmelitani in Sant’Angelo a Licata, dopo quasi ventotto anni di assenza dalla cittadina agrigentina.

All’inizio del cammino Quaresimale e in occasione della ricorrenza della nascita del Santo, la comunità di Licata si prepara ad accogliere, con sentimenti di gioia, la nuova comunità internazionale dei Padri Carmelitani, grata al Signore per i circa quindici anni di servizio nel Santuario Diocesano del Rettore uscente, appartenente al clero diocesano, che in questi anni ha officiato nel luogo sacro.

Le celebrazioni avranno inizio con un Triduo di preparazione, dal 28 Febbraio al 1° Marzo, nel corso del quale avrà luogo il gemellaggio con la comunità di Sant’Angelo martire di Osidda (Comune di Nuoro e Diocesi di Ozieri), guidata dal parroco emerito Don Saturnino Carta mentre l’attuale Rettore del Santuario, il Canonico Don Angelo Pintacorona, il giorno seguente, sabato 29 febbraio alle ore 18:30, celebrerà la Santa Messa di fine mandato. Le celebrazioni proseguiranno con un Ottavario dal 2 al 9 Marzo, che vedrà la presenza di diversi Padri Carmelitani, tra i quali il Molto Reverendo Padre Roberto Toni, Priore Provinciale della Provincia Italiana, che presenzierà nella ricorrenza della nascita del Santo il 2 Marzo, e il Molto Reverendo P. Josef Saliba, O.Carm., Priore Provinciale di Malta. Domenica 8 Marzo alle ore 11:00 Sua Eminenza il Signor Cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo Metropolita di Agrigento, presiederà la Santa Messa solenne di inizio mandato della nuova comunità dei Padri Carmelitani di Sant’Angelo. La comunità sarà costituita dall’italiano P. Antonino Mascali, attuale Assistente Provinciale del Terz’Ordine Carmelitano e neo Rettore-Priore, da Padre Gerard Carlos Araujo Tang Choon, della Provincia americana di Sant’Elia e proveniente da Trinidad e Tobago, e da Padre José Adriano Gomes da Silva, della Provincia di Pernambuco (Brasile).