Ben 220 persone, in soli due giorni, sono state sottoposte a tampone a Licata, nella tenda da campo che la Protezione Civile ha allestito in via Panepinto.

L’intervento nasce dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pino Galanti, l’Usca e l’Asp con referente locale Vincenzo Russotto. Il coordinamento è affidato al vice sindaco Antonio Montana. Guida la Protezione Civile comunale Tony De Marco.

“L’azione rappresenta – dice Montana – la diretta conseguenza dei casi di positività che si sono registrati in alcune scuole di Licata e che hanno portato alla chiusura dei plessi. Stiamo sottoponendo a tampone gli studenti ed i loro familiari. Si tratta di tamponi rapidi. Nel caso di positività bisogna attendere un secondo tampone di conferma, e nel caso di ulteriore positività viene disposto l’isolamento domiciliare per le persone interessate. Andremo ancora avanti per i prossimi giorni”.