Pubblicità

alotto allo stadio (Custom)In attesa dell’inizio del campionato contro il Branciforti, abbiamo intervistato l’allenatore della compagine palmese, Pietro Alotto, protagonista del doppio salto di categoria. “Mi posso ritenere soddisfatto della preparazione che abbiamo quasi completato – ci ha detto – I ragazzi hanno partecipato agli allenamenti facendo grossi sacrifici per 18 giorni. Sul piano atletico siamo all80%  e, quindi, quasi pronti all’inizio del campionato anche se sarebbe stato meglio iniziare il 28”.

Anche del mercato Alotto si dice soddisfatto: “Abbiamo svolto un ottimo lavoro assieme al direttore sportivo  Massimo Amato, rimpiazzando i giocatori non riconfermati con altri di categoria, vedi l’attaccante Lo Sardo e il centrale di difesa Cancelliere”. Meno di una settimana fa sono stati decisi i gironi: la Polisportiva disputerà il girone C assieme ad altre due squadre agrigentine, il Canicattì e il Ravanusa. “Il girone lo vedo abbastanza complicato, in quanto ci sono gloriose società che in passato hanno fatto la serie D, come il Canicattì, la Nissa, la Barrese, il Ganci e l’Enna. Direi, conoscendo calcisticamente un pò tutta la Sicilia, che sia il più difficile”.

Quanto all’esordio, la preoccupazione di Alotto è per la trasferta: “All’esordio, essendo entrambe matricole, ce la giocheremo alla pari, ma il fatto che si disputi di sabato ci penalizza assai, per i problemi logistici che la trasferta comporta”. Infine, abbiamo chiesto all’allenatore della Polisportiva Palma quali sono gli obiettivi stagionali. “Dopo due salti di categoria consecutivi pensiamo ad un anno di transizione con una salvezza da raggiungere il prima possibile; ma si sa l’appetito vien mangiando… Sicuramente ci toglieremo qualche soddisfazione. Oltretutto da quest’anno abbiamo ingrandito la società con nuovi dirigenti vogliosi ed entusiasti del progetto che è l’unica realtà calcistica che porta avanti il nome di Palma di Montechiaro in un momento di crisi economica che ci attanaglia. Onore, dunque, ai giovani dirigenti”.