Homepage Topnews Presepe e beneficenza, anche quest’anno la Confraternita San Girolamo protagonista a Natale

Presepe e beneficenza, anche quest’anno la Confraternita San Girolamo protagonista a Natale

437

Anche nel 2019 La Confraternita di San Girolamo della Misericordia, che cura i riti della settimana santa a Licata dal 1578, sarà protagonista di importanti iniziative nel periodo natalizio. Lo ha annunciato il Governatore della Confraternita, dottor Angelo Gambino. Nella chiesetta di San Girolamo della Misericordia nel cuore della marina licatese saranno celebrate dall’Assistente Spirituale, Don Totino Licata le Sante Messe il 25 dicembre 2019, l’1 gennaio 2020 e il 6 gennaio 2020 alle 11 le Messe. La chiesa sarà aperta ai fedeli anche il 9-10-11 gennaio per l’esposizione del S.S. Sacreamento per le Quarantore. Anche quest’anno la Confraternita San Girolamo della Misericordia, ha realizzato, con la collaborazione del presepista Nino Bulone, un presepe artigianale nella propria sede in Via Cannarozzo. Il Governatore Gambino ha invitato la la comunità a visitare il Presepe che grazie alla peculiarità di una particolare forma ovvero potrà essere ammirato a 360 gradi. L’inaugurazione prevista per oggi sabato 14 Dicembre alle ore 20, in Via Cannarozzo, subito dopo la fine della Santa Messa nella chiesetta di San Girolamo, alla presenza dell’assistente spirituale Padre Totino Licata, accompagnata dal Gruppo Zampognari Licatesi “ Andrea Mulè “. Il presepe sarà, inoltre visitabile durante tutti i giorni della Novena natalizia (dal 16 al 24), dalle ore 18:00 alle 20,30. La Confraternita anche quest’anno consegnerà pacchi con generi alimentari attraverso il Clero di Licata, alle famiglie bisognose. “E’ il nostro modo concreto di essere presenti sul territorio svolgendo azioni efficaci. Il nostro impegno è costante e dura tutto l’anno e non si limita alla celebrazioni del Giovedì e Venerdì Santo. Questa iniziativa – ha spiegato il massimo esponente dell’importante istituzione religiosa licatese – si aggiunge a quelle già intraprese in altri settori della vita sociale primo fra tutte quelle culturali”.
“Noi crediamo – ha aggiunto il Governatore Angelo Gambino – che la vita del Confratello è quella di vivere quotidianamente al servizio dell’altro anche con piccoli gesti che possono aiutare il prossimo”.