Homepage Cronaca Il Giro di Sicilia a Licata, ma le strade sono piene di...

Il Giro di Sicilia a Licata, ma le strade sono piene di buche

654

Il prossimo 1 Aprile la prima tappa del Giro di Sicilia avrà a Licata la sua parte conclusiva con l’arrivo previsto in corso Umberto al termine dei 194 chilometri che separano Siracusa (sede dell’inizio della corsa) da Licata. Il tracciato prevede nella sua parte licatese il passaggio della carovana in diverse strade cittadine. Abbiamo voluto saggiare l’attuale condizione delle arterie interessate dal Giro di Sicilia e il quadro non è sicuramente buono. A partire dal ponte sulla Foce del Fiume Salso. Buche e avvallamenti nella pavimentazione stradale renderebbero oggi proibitivo il passaggio dei ciclisti dal sovrappasso che collega la Playa con corso Argentina. Ciclisti che, è bene precisarlo, sono atleti professionisti e correranno pertanto a velocità sostenuta. Complicata la situazione anche all’interno del quartiere Fondachello-Playa. Anche qui diverse lesioni nel manto stradale necessitano di una manutenzione. Questa zona – tra le più depresse dell’intera cerchia urbana – anche all’inizio della stagione invernale è stata del resto alle prese con i consueti problemi di acqua alta che hanno finito con il rendere ancora più fragile l’asfalto. Non va meglio in via Egitto (altra strada interessata dal transito del Giro). Pure in questa parte della città il manto stradale è tutt’altro che regolare e l’asfalto presenta vari avvallamenti. Un quadro che, oggi, fa mancare le condizioni minime di sicurezza per ospitare la tappa. Urgerebbe una manutenzione rapida per riportare le strade ad una condizione accettabile. Interventi riparatori che – da quanto abbiamo avuto modo di apprendere da fonti interne al Comune – non sono però all’ordine del giorno. Non c’è infatti in programma alcuna manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale e gli unici rattoppi verranno affidati ad una serie di interventi tampone per ritoccare le situazioni più pericolose ed evidenti. Oltretutto questi interventi non sono stati ancora calendarizzati e verranno con ogni probabilità eseguiti proprio a ridosso della prima tappa del Giro di Sicilia.