Approvato dall’Ars il recepimento delle previsioni della legge di bilancio 2018 sull’estensione per 15 anni delle concessioni demaniali marittime in Sicilia. I particolari di questa importante  proroga, che consentirà ai titolari degli stabilimenti balneari di continuare ad esercitare la propria attività fino al 2033, saranno illustrati venerdì, 13 dicembre, al Dioscuri Bay Palace di San Leone. L’iniziativa è della CNA di Agrigento, CNA Balneari Sicilia assieme alla presidente della IV Commissione Legislativa di sala d’Ercole, Giusy Savarino, relatrice del testo di legge. L’incontro, il cui inizio è previsto per le ore 16, sarà incentrato sul tema “Diamo Forza alle imprese Balneari”. L’introduzione dei lavori è affidata a Claudio Spoto, segretario provinciale della Cna di Agrigento. Quindi i saluti del presidente provinciale, Francesco di Natale,  del presidente della sede cittadina, Emanuele Farruggia, del  portavoce CNA Balneari Sicilia, Guglielmo Pacchione,  del segretario regionale di CNA, Piero Giglione, e di Paquito Danile per la Pro Loco di San Leone. Seguiranno gli interventi di Gianpaolo Miceli, Coordinatore CNA Balneari Sicilia, del Capitano di Fregata Gennaro Fusco, Comandante della Capitaneria di porto di Porto Empedocle e di Olimpia Campo, Dirigente Uta Agrigento-Caltanissetta. Le conclusioni saranno affidate alla parlamentare Giusy Savarino. La norma approvata, con ampio consenso in Aula, apre una nuova stagione per i lidi agrigentini e isolani. “La nostra Confederazione su questo terreno è stata sempre attenta, vigile ed intransigente e adesso – affermano Di Natale e Spoto –  è arrivato questo importante risultato per gli operatori del settore che tirano così un grande sospiro di sollievo. E la ragione è semplice. Intrappolati nella rete dell’incertezza, erano impossibilitati a programmare l’attività e a realizzare investimenti. L’ostacolo, rappresentato dalla scadenza  delle concessioni al 2020, fortunatamente è stato  rimosso – concludono Di Natale e Spoto – con la conseguenza che se ne gioverà l’intera filiera turistica. Ringraziamo per l’impegno profuso l’onorevole Savarino e l’intera Commissione Ambiente il parlamento siciliano e ovviamente il Governo, nella persona dell’assessore regionale Cordaro, il quale ha mostrato sensibilità e apertura.