Homepage Cronaca Futuro incerto, netturbini in stato di agitazione

Futuro incerto, netturbini in stato di agitazione

337
CONDIVIDI

Gli operatori ecologici del cantiere ex Dedalo Ambiente di via Umberto secondo in stato di agitazione e in ansia per la propria sorte. I netturbini – con l’ausilio dell’organizzazione sindacale Cgil – hanno richiesto un incontro urgente al commissario straordinario Maria Grazia Brandara alla luce dell’appalto relativo ai servizi di igiene ambientale per il Comune di Licata. “La nostra Organizzazione sindacale – si legge in una nota a firma del segretario regionale Iacono e della Rsu Centorbi – è venuta a sapere che la Srr Ato 4 Agrigento Est ha predisposto una gara d’appalto nella quale è inserito il Comune di Licata. Allo scopo di informare e garantire il diritto dei lavoratori a conservare lo status di dipendenti della Srr, chiediamo di convocare una riunione urgente con tutti i lavoratori interessati”. La categoria ha comunque già proclamato lo stato di agitazione “per un presunto pericolo di trasferimento alle ditte private. Per questo motivo – continuano i sindacalisti Iacono e Centorbi – i lavoratori vogliono che si chiarisca definitivamente come deve avvenire l’utilizzazione del personale nell’Aro di Licata”.

loading...